Blog

Emergenza Covid-19, consigli per gli operatori sanitari

"EMERGENZA COVID-19 - Consigli per gli operatori sanitari coinvolti nella cura e nell'assistenza alla persona con disabilità intellettiva e autismo con necessità elevata e molto elevata di supporto"

Estratto da Giornale Italiano dei Disturbi del Neurosviluppo, Volume 5, numero 2, agosto 2020

ABSTRACT: Questa guida ha lo scopo di dare un supporto agli operatori sanitari impegnati nella gestione delle particolari sfide che l’attuale emergenza COVID-19 presenta nella fornitura di assistenza alle persone con disabilità intellettiva e con disturbo dello spettro autistico (PcDI/A). L’emergenza COVID-19 potrebbe causare ai professionisti sanitari forti condizioni di distress e disagio psicologico legati alla paura, al sovraccarico di lavoro e all’impossibilità di agire o di pensare nei modi abituali. In questa condizione epidemica senza precedenti il carico psicologico connesso alla professione sanitaria risulta molto più alto del solito, sia rispetto al proprio operato sia rispetto ai rischi e alle condizioni degli assistiti.

Come migliorare l'inclusione scolastica dell'alunno con disabilità?

«L'inclusione scolastica. Processi e strumenti di autoanalisi per la qualità inclusiva» è un volume che guida all'autoanalisi a livello di classe e di istituto attraverso lo strumento QAIS e materiale di supporto che comprende questionari per docenti, genitori e alunni. Il libro si rivolge a docenti, Dirigenti scolastici e organi collegiali.

«Valutazione del pensiero strategico. Assessment per il ritardo mentale e i disturbi dell’apprendimento»

In questo articolo condividiamo con voi l'estratto dall'introduzione de "La valutazione del pensiero strategico". L'obiettivo del volume è aiutarti a identificare livello e tipo di pensiero strategico utilizzato dalla persona in valutazione attraverso un protocollo composto da 21 problemi a differenti livelli di difficoltà. Il testo si rivolge a personale clinico, educatori ed insegnanti. 

Settembre di regali: un libro omaggio con il tuo prossimo ordine!

Per tutto il mese di settembre Vannini Editoria Scientifica ti regala un volume a scelta!

Per ogni acquisto effettuato nel nostro shop potrai scegliere uno dei seguenti testi che riceverai gratuitamente con il resto dell'ordine.

Perché e come insegnare la scrittura manuale ai bambini con sindrome di Down

Lo studio qui presentato analizza innanzitutto le ragioni per cui è importante insegnare a scrivere manualmente ai bambini con sindrome di Down. L’apprendimento della scrittura manuale ha un impatto positivo sui processi dello sviluppo cognitivo e favorisce l’utilizzo competente della mano, motivo per cui è importante promuovere tale apprendimento per i bambini con sindrome di Down, anche in vista di una progettualità futura, che guardi alla loro adultità.

Prove d’esame: come aiutare le persone con disabilità ad affrontare esami clinici e diagnostici

È noto come per le persone con deficit intellettivi-fisici-comportamentali e per le loro famiglie possa essere molto difficile, se non del  tutto impossibile, affrontare visite specialisticheeseguire esami o semplicemente avvicinarsi ad ambienti ospedalieri.

#giochiamoinsieme: “La Scatola delle Sorprese"

«La spinta al gioco è una spinta spontanea e potente, parte integrante dello sviluppo del bambino»

Per questo motivo, noi di Vannini Editoria Scientifica, nel corso delle settimane a venire, vi proporremo semplici e divertenti tutorial da replicare a casa, in compagnia dei vostri bimbi, o anche sui banchi di scuola. Giochi in grado di costruire oggetti concreti, e di aprire uno spazio creativo che si alimenterà con la vostra fantasia.

"Le 3 A”, terza parte. L’amore possibile.

A seguito delle prime due dimensioni (Autonomia-Autodeterminazione), già declinate nei numeri precedenti in termini di caratteristiche precipue costituenti il costrutto personologico di ogni individuo (io personale-io sociale) e principali indicatori di un’adultità concreta e spendibile per la persona con disabilità intellettiva, in questo contributo, suddiviso in due parti, verrà affrontato un tema di certo riconoscibile per la sua importanza nella vita di ogni persona: l’amore.

"Le 3 A”, seconda parte. L’autodeterminazione.

In questa seconda parte del contributo si sottolinea l’importanza di esperienze educative finalizzate all’autodeterminazione, le quali, in un concorso istruzionale-formativo articolato e concomitante con l’acquisizione delle autonomie, permettono al soggetto di pervenire gradualmente ad un “sé sociale” di rilevanza esistenziale.

"Le 3 A”, prima parte. L’autonomia personale.

Le operazioni legate a una reale inclusione sociale della persona con disabilità richiedono nel tempo analisi e rivisitazioni dei sistemi progettuali in atto. Con questo lavoro, partendo da alcune caratteristiche delle principali variabili del processo di apprendimento, si procede alla disamina dialcuni dei fattori centrali che supportano tre dimensioni della persona, che vengono denominate le “tre A”: Autonomia personale, Autodeterminazione e Amore.